martedì 31 gennaio 2012

Devil's food cake... in red!


Sto imparando a considerare le “feste comandate” come un’opportunità, un momento per imparare qualcosa di nuovo e mettermi alla prova. Libero sfogo alla curiosità e timori messi a dormire almeno per un giorno, io da qualche tempo faccio così. Le conseguenze di questa nuova filosofia sono state fino a oggi più che positive: grazie a una candelina sulla torta ho assaggiato per la prima volta il coniglio senza fuggire a gambe levate, la vigilia di Natale ha svelato a mio padre che tacchino e purè di patate non sono necessariamente cibo da malati ;), un compleanno è stato l’occasione buona per realizzare un desiderio d’infanzia.

È proprio di questo desiderio - fatto di cioccolato, strati su strati di pan di spagna e glassa golosa da far sciogliere sotto il palato - che voglio raccontarvi oggi.



Me ne aveva parlato diversi anni fa, non ricordo nemmeno più in che occasione. La chocolate cake di Jane: banale definirla una torta al cioccolato, più corretto nominarla col timore reverenziale e l’aura di rispetto misto venerazione che solo un bambino riesce ad attribuire a un dolce. Riesco quasi a immaginarlo, con i capelli scompigliati dai giochi e gli occhi veloci che scoprono il mondo, mentre si blocca di colpo folgorato dall’apparizione. Del resto come dargli torto…fino a qualche anno fa certe torte si vedevano solo nei film. Invece quella era reale, a portata di mano e perfetta come solo una vera torta americana cucinata da una vera mamma americana può essere. Centimetri di glassa al cioccolato a racchiudere uno scrigno di crema e pan di spagna, tutto al cioccolato of course! Esperienze che ti segnano e restano con te per sempre.

Qualche anno dopo quel bimbo l’ho sposato e ho sempre pensato che, un giorno o l’altro, mi sarebbe piaciuto stupirlo con una cake fatta come si deve (vi rendete già conto della difficoltà della cosa, stiamo pur sempre parlando di un cuoco che – per inciso – ha anche studiato pasticceria…). Non avendo la ricetta di Jane ne ho cercata una che potesse avvicinarsi ai racconti che avevo sentito tante volte e la “Devil’s food cake” mi è sembrata perfetta! Sono partita dalla versione de “Libro d’oro del cioccolato” edito da Mondadori cui ho apportato delle modifiche per crema al burro e glassa. Ho aggiunto i lamponi per richiamare il gusto della confettura all’interno e per contrastare con un pizzico di acidità tanto tripudio cioccolatoso! Dimenticavo…ho voluto strafare e realizzare una torta a tre strati invece dei canonici due, perdonatemi se potete ;-)

È stato un bell’impegno, bisogna dirlo, ma anche una grande soddisfazione realizzare questa torta e ancor di più portarla in tavola per festeggiare il compleanno di un bimbo ormai grande!

~~~

Dato che San Valentino è ormai dietro l’angolo e questa torta mi sembra giusta per un’occasione romantica, ho deciso di partecipare con la Devil’s food cake…in red al contest Cibo & Baci ideato da About Food e Smartbox




Devil's food cake in red
Ingredienti

Per la base
  • 300 gr farina 00 
  • 150 gr cioccolato fondente 
  • 125 gr burro 
  • 150 gr zucchero semolato 
  • 150 gr zucchero di canna 
  • 2,5 dl latte intero cui avrete aggiunto 1 cucchiaio di succo di limone 
  • 2 uova 
  • 1 cucchiaino lievito in polvere 
  • 1 cucchiaino bicarbonato 
  • 1 cucchiaino essenza di vaniglia 
  • 1 cucchiaino colorante alimentare rosso 
  • 4 cucchiai colmi di confettura di lamponi 
  • un pizzico di sale 
Per la crema al burro
  • 120 gr burro 
  • 100 gr zucchero a velo 
  • 1 cucchiaino essenza di vaniglia 

Per la glassa al cioccolato
  • 200 gr zucchero semolato 
  • 200 gr zucchero di canna 
  • 2,5 dl panna fresca 
  • 250 gr cioccolato fondente 
  • 2 cucchiai burro 
  • 1 cucchiaino essenza di vaniglia 
Per decorare
  • 2 cestini di lamponi 
  • perline d'argento 

Preparazione della base:

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, tenerlo da parte. In una ciotola mescolare farina, lievito, bicarbonato e un pizzico di sale. Con l'aiuto delle fruste elettriche (io ho usato la planetaria) montare a crema il burro con lo zucchero (semolato e di canna insieme) e l'essenza di vaniglia poi aggiungere una alla volta le uova. Incorporare gradualmente la miscela a base di farina, il cioccolato fuso, il colorante e il latte, alternando gli ingredienti.

Imburrare e infarinare una tortiera da 20 cm di diametro, versarvi 1/3 dell'impasto e cuocerlo in forno preriscaldato a 180°C. per circa trenta minuti. Cuocere allo stesso modo il restante impasto, in modo da ottenere tre dischi di base al cioccolato. (NDR: io ho fatto così perché ho un solo stampo… se ne avete tre farete tutto in una sola volta accorciando i tempi!)

Preparazione della crema al burro:

Montare a crema il burro con lo zucchero e l'essenza di vaniglia aggiungendo 1 o 2 cucchiai d'acqua. Lavorare fino a quando la crema non sarà perfettamente liscia.

Preparazione della glassa al cioccolato:

Mettere lo zucchero e la panna in una casseruola su fiamma bassa, mescolare fino a quando bolle e lasciar cuocere per circa 1 minuto poi togliere dal fuoco. Incorporare il cioccolato fondente a pezzetti e mescolare fino a quando si sarà sciolto. Rimettere sul fuoco e portare a bollore senza mescolare poi togliere dal fuoco. Aggiungere il burro e l'essenza di vaniglia e immergere la casseruola in un contenitore più grande pieno d'acqua fredda. Mescolare energicamente la glassa con un cucchiaio di legno per 5-10 minuti fino a quando la glassa comincerà a perdere lucentezza. Lasciar riposare e se al momento di usarla dovesse essere troppo densa aggiungere un cucchiaio di panna.

Assemblaggio della torta:

Mettere il primo disco di pasta su un vassoio, spalmarvi metà della crema al burro e due cucchiai di confettura di lamponi. Coprire con il secondo disco di pasta e farcire anche questo con crema al burro e confettura. Coprire con il terzo disco di pasta e ricoprire tutta la torta con la glassa al cioccolato. Decorare con i lamponi e le perline argentate.

17 commenti:

  1. Semplicemente meravigliosa. E poi riuscire a far tornare bambino chi si ama è un regalo bellissimo.

    RispondiElimina
  2. Claudia.....ma è spettacolare!!!!!!!!!!! Mi sa che hai lasciato il tuo chef a bocca aperta! Complimenti!!

    RispondiElimina
  3. Grazie a tutte :)
    Sì, devo dire che stavolta è stato proprio felice e sono riuscita a stupirlo che non è cosa da poco!

    RispondiElimina
  4. Ho l'acquolina...tastiera a rischio!!! Bravissima!!

    RispondiElimina
  5. É spettacolare e sicuramente buonissima :-)

    RispondiElimina
  6. UHHH!!! Buona!!! Il mio ragazzo l'altro giorno mi ha stupita con una deliziosa crostata ai lamponi! Vieni a vederla ;D
    a molto presto!!!

    http://petitecuilliere.blogspot.com/


    claudia

    RispondiElimina
  7. Wow, questa torta non è solo la realizzazione di un desiderio di infanzia, ma anche il sogno di una persona che non è più una bambina da un po' :)! Complimenti.

    RispondiElimina
  8. E' a dir poco perfetta!! Bravissima!!!
    Questa sì che sembra una di quelle torte da film!!!
    Un bacione
    Erika

    RispondiElimina
  9. E' un tripudio!!! grazie per aver partecipato al nostro contest e in bocca al lupo :)

    RispondiElimina
  10. E' davvero uno spettacolo!!! Splendida e romantica anche!! ;)
    Complimenti!!!

    RispondiElimina
  11. che posso dire su questa torta? è spettacolare!!!

    RispondiElimina
  12. uuuuurchi che torta favolosa!!!!!!!!!

    RispondiElimina

Commenti, domande, suggerimenti qui sono sempre ben accetti!
Ditemi la vostra e se non avete un account blogger usate Nome/url e ricordate di firmarvi altrimenti a chi rispondo? :-)