venerdì 13 aprile 2018

Otto (7+1) e un brownie alle noci


Un ricco cubotto di brownie con gherigli di noci croccanti che fanno capolino a spezzare l’intensa morbidezza del cioccolato: è così che ho deciso oggi di festeggiare con voi l’ottavo compleanno del blog. 
Otto anni sono tanti, tantissimi. Anni di parole scritte, ricette provate e riprovate, piatti entrati nel ricettario domestico o abbandonati per strada, foto studiate e istantanee nate per caso, parole lasciate in frammenti di video sui social e in questa “casa” che mi accoglie da così lungo tempo. Peraltro, oltre a essere un venerdì 13 che porta con sé una buona dose di scaramanzia da esorcizzare, questo compleanno – riflettevo qualche giorno fa – è ancor più particolare perché racchiude la somma degli anni dei miei bambini. 

Otto uguale a sette più uno. 

Otto anni che racchiudono tutti i cambiamenti che questi due esserini hanno portato nella mia vita: le centinaia di cene preparate anche quando la voglia di accendere i fornelli scarseggiava, i caffè messi sul fuoco alle sei di mattina, i planning settimanali per sincronizzare i menù di tutti i membri della famiglia, la passione per la pizza che evidentemente fa parte del dna che gli ho trasmesso insieme ai riccioli e a uno spiccato senso del ritmo.
Negli ultimi mesi ho lasciato le pagine del blog vuote perché tante novità sono entrate nella nostra quotidianità e non è stato sempre semplice modellarsi su esigenze o ritmi a cui non eravamo abituati. Lo chef sta vivendo un’avventura professionale che lo ha portato lontano da Milano e caspita se è stato faticoso ritararsi improvvisamente su una vita a tre! 
Oggi quindi ci meritiamo di festeggiare non solo gli otto anni de La Femme du Chef ma anche i sette anni di minichef che, nonostante le gambe lunghe e dinoccolate e lo sguardo serio, è sempre il bambino entusiasta di cui vi racconto dagli albori del blog. E un piccolo, piccolo quadratino di brownie con una candelina tutta sua lo merita anche la nostra piccola “cuor contento”, un tornado che travolge tutto ciò che incontra ma che si fa perdonare tutto con i suoi sorrisi e gli occhi allegri. 

Volevo un dolce che fosse davvero per tutti e, anche se leggendo “500gr di zucchero” il mio primo istinto è stato di fuggire a gambe levate, ho abbandonato subito ogni timore davanti all’inconfutabile bontà del brownie di Nigella Lawson. Anche lei ne ammette la perfezione che forse sta nella sua schietta semplicità e suggerisce di farlo diventare un dolce da compleanno. Io, a dir la verità, mi sono fatta inizialmente condurre dalla consuetudine, perché il brownie di Nigella è tra le poche ricette ricorrenti della cucina dello chef e mia. Che sia per riscaldare un pomeriggio d’inverno, concludere una cena tra amici (magari accompagnato da una pallina di gelato fiordilatte) o semplicemente smaltire delle tavolette di cioccolato che si accumulano in dispensa, il brownie c’è. 
Non fatevi spaventare dalla lista degli ingredienti ma cercate, nascosta tra dosi generose di zucchero, uova e burro, un’anticipazione di ciò che il brownie porterà: dolcezza condivisa con tante mani pronte a farsi conquistare e appiccicare. Sì, il brownie è decisamente un “animale da festa”, non trovate? 

Buon compleanno La Femme du Chef. 

Brownie alle nociRicetta tratta da “Delizie divine” di Nigella Lawson
  • 375g burro morbido
  • 375g cioccolato fondente
  • 6 uova grandi
  • i semini di una bacca di vaniglia (Nigella usa 1 cucchiaio di estratto)
  • 500g zucchero semolato
  • 225g farina 00
  • 1 cucchiaino sale
  • 200g noci tritate grossolanamente (per Nigella 300g)
Scaldate il forno a 180°C, modalità ventilato. Foderate una teglia rettangolare da circa 33x23cm con carta forno. Sciogliete a fuoco basso il burro con il cioccolato tagliato a cubetti in una pentola dal fondo spesso, mescolando di tanto in tanto per amalgamarli bene. Quando il composto sarà ben sciolto e uniforme, spegnete e fate raffreddare un po’. In una ciotola montate usando le fruste elettriche (o se preferite usate la planetaria) lo zucchero e le uova: lavorate a velocità media fino a ottenere un composto spumoso e omogeneo. A parte unite in una ciotola la farina, il sale e i semini di vaniglia.

Unite, poco alla volta e mescolando, le uova con lo zucchero al composto al cioccolato, aggiungete poi la farina e per ultime le noci. Amalgamate bene tutti gli ingredienti e poi trasferite il tutto nella teglia foderata con carta forno.

Cuocete per 30-40 minuti: trascorso questo tempo la superficie del brownie avrà una sfumatura marrone chiara ma al cuore sarà di un colore intenso, più scuro e avrà una consistenza morbida. Nigella nella sua ricetta indica dei tempi di cottura più brevi, ma onestamente ho sempre dovuto allungarli ad almeno 40 minuti per avere un brownie che, pur avendo un cuore morbido, fosse cotto. Fate raffreddare e servite tagliando a cubetti e spolverando, se vi piace, con lo zucchero a velo.

6 commenti:

  1. Cioccolato e noci....perfetto!!!
    Buon week end

    RispondiElimina
  2. cercavo proprio una ricetta per smaltire il cioccolato delle uova di pasqua... anche se forse non arriverò a 200grammi di noci! vediamo se nina mi permetterà di fare questo brownie, piuttosto! ti farò sapere :)
    auguri in ritardo femme du chef du mon coeur :* <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille trèsor!
      Il brownie puoi farlo anche senza noci, è goduriosissimo lo stesso!
      baci a te e Nina

      Elimina
  3. che meraviglia, da provare subito!
    grazie

    RispondiElimina

Commenti, domande, suggerimenti qui sono sempre ben accetti!
Ditemi la vostra e se non avete un account blogger usate Nome/url e ricordate di firmarvi altrimenti a chi rispondo? :-)