venerdì 17 luglio 2015

Mezze penne rigate con sugo di ciliegino e zucchine bianche

Il mio abbraccio, che quando eri neonato era culla, conforto nelle notti agitate, tranquillità di un respiro condiviso.
Cappellino e crema solare, rincorrendoti sulla sabbia rovente perché sei sfuggente e mi tocca essere più cocciuta di te per acciuffarti e spalmarti per benino.
La mano stretta forte, guarda a destra, poi a sinistra prima di attraversare!.
La cintura del seggiolino in auto sempre allacciata.
Il lenzuolino fresco tirato su nelle notti estive per coprire un piedino penzolante dal letto.

Nei primi quattro anni da mamma la mia vita si è riempita di piccoli gesti per proteggerti, per rendere il mondo in cui ti muovi più sicuro, senza per questo privarti della possibilità di esplorarlo liberamente. Gesti nuovi che, pian pianino, sono diventati normalità o scelte già consolidate della mia vita “prima” che però adesso faccio con una nuova consapevolezza.

Quante ore ho passato a scegliere con la meticolosità degna di uno studio scientifico le verdure del tuo primo brodino o impegnata davanti a uno scaffale a leggere ingredienti, osservare etichette, forme e colori dei contenitori, scegliendo i sapori con cui riempire la tua vita.

Mi chiedo talvolta se le apprensioni da mamma sarebbero le medesime all’arrivo di un secondo figlio e, se devo essere onesta con me stessa, la risposta è sì. Perché si studia, ci s’informa, s’impara a non farsi prendere da ansie inutili e a canalizzare le energie esclusivamente verso quanto è utile, ma poi rendere l’ambiente in cui viviamo sicuro e far tali anche le esperienze vissute è un bisogno primario; forse è come l’istinto materno, arriva sotto pelle senza annunciarsi ufficialmente.

Vi avevo anticipato che, in collaborazione con Friends of Glass, avrei parlato nuovamente del vetro e di tematiche legate al suo utilizzo. La prima che ho scelto, non solo perché sono mamma, è proprio la sicurezza nella conservazione del cibo; beh, ho scoperto di non essere la sola a prestare attenzione, quando faccio la spesa, a come gli alimenti che compro sono confezionati e conservati. In una ricerca indipendente condotta lo scorso anno in Europa è emerso che il tema della sicurezza alimentare preoccupa molto noi italiani soprattutto perché temiamo contaminazioni e interazioni di sostanze chimiche pericolose per la salute. I timori crescono, c’era da aspettarselo, quando si parla di cibo destinato ai bambini, che i genitori di tutta Europa scelgono accuratamente, facendo attenzione anche al materiale da imballaggio. 
Il vetro può essere una risposta alle nostre preoccupazioni? La ricerca direbbe di sì (qui trovate tutti i dati più interessanti), infatti la maggioranza delle persone intervistate – indipendentemente dal Paese d’origine – lo considera la migliore scelta di packaging per alimenti e bevande perché è un materiale che funge da barriera naturale ed impermeabile, non interagisce con i cibi e le bevande.

Così, la mezz’ora passata in un supermercato palermitano a contemplare la parete di bottiglie di passata di pomodoro prima di scegliere quella giusta per la pasta di minichef mi è sembrata meno strana del solito. Perché forse queste piccole attenzioni, il tempo impiegato a sentirmi più sicura, sono solo una forma diversa di abbraccio, una mano stretta con amore.

~~~

La ricetta di oggi è una pasta semplice che mangeranno anche i bambini normalmente non tanto amici delle verdure. Ho scelto la zucchina bianca, di stagione e particolarmente dolce, e la passata di pomodoro ciliegino per preparare un sugo veloce e leggero. Il formato di pasta è fondamentale per la riuscita del piatto: le mezze penne rigate prendono bene il sugo e sono facili da mangiare (credo siano state il primo formato “da grande” che minichef ha imparato a mangiare da solo).

Il mio piccolo aiutante ha apprezzato ed è stato particolarmente felice di prestare le sue mani per la foto… indovinate dove è finita la forchetta?! :-)


Mezze penne rigate con sugo di ciliegino e zucchine bianche
Ingredienti per 4 persone
  • 320gr di mezze penne rigate
  • 300ml di passata di pomodoro ciliegino
  • 1 zucchina bianca
  • 1 cipolla rossa piccola
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
Lavate e mondate le verdure: tagliate a cubetti la cipolla, sbucciate la zucchina ed eliminate i semi interni, poi tagliatela a cubetti di circa mezzo centimetro di lato.
Scaldate in un tegame un cucchiaio di olio, fate dorare la cipolla e le zucchine e quando saranno morbide aggiungete la passata di ciliegino. Fate cuocere il sugo per una decina di minuti, nel frattempo cuocete le mezze penne in abbondante acqua salata.
Scolate la pasta al dente, conditela con il sugo vegetale, completate con un filo d'olio e servite subito.


Nessun commento:

Posta un commento

Commenti, domande, suggerimenti qui sono sempre ben accetti!
Ditemi la vostra e se non avete un account blogger usate Nome/url e ricordate di firmarvi altrimenti a chi rispondo? :-)