martedì 17 dicembre 2013

Ricette per Natale: la NY Cheesecake alle prugne per il brunch del 25


E brunch sia.

Per ovviare agli orari lavorativi dello chef abbiamo deciso che a Natale replicheremo la formula del brunch festivo collaudata con successo a Capodanno dello scorso anno.

Non so ancora che forma avrà, con chi e dove sarà esattamente. Ripensandoci, a una settimana esatta dal Natale siamo ancora in mare aperto.

No panic. In fondo l’unica cosa importante, almeno a mio avviso, è tirare un attimo il fiato e trovare un vero momento di dolce far niente tutti e tre insieme; io, lo chef e minichef che per la prima volta sta sperimentando l’atmosfera natalizia, tra recite scolastiche (pratica a dire il vero ormai sbrigata da quasi un mese!), lavoretti e tentativi maldestri di sabotaggio dell’albero e dei pacchi regalo.


Dici brunch e si apre subito un immaginario di abbondanza dolce-salata a stelle e strisce, perché è innegabile che l’influenza statunitense nella recente abitudine del brunch sia fortissima. Uova strapazzate, pancakes e sciroppo d’acero non mancheranno, sono i grandi classici del brunch che mi piacciono e che vorrei inserire a forza nel menù del venticinque.

Certo, in famiglia c’è chi parla di cotechini e purè… ma alle undici del mattino secondo voi è mai possibile anche solo immaginarli?!?

Sugli sviluppi del menù vi terrò aggiornati, nel frattempo ho cercato un dolce da affiancare al buonissimo panettone. E cosa c’è di più “Made in USA” della Cheesecake?
La ricetta che ho usato è quella con le prugne dellaCalifornia ideata da California Bakery per l’Autunno Americano , ed è un grande classico che a prima vista può intimorire, diciamolo sinceramente.

Dubbi e preoccupazioni si evolvono durante la preparazione e da un “ma non sarà troppo compatta” dopo i primi giri di mestolo a robiola e ricotta si passa a un “oddio, è diventata troppo liquida e chi la recupera più” aggiungendo le uova al composto, per concludere con un “ooohhh” quando, dopo la cottura, la cheesecake si rivela semplicemente perfetta.

Insomma: munitevi di tempo e pazienza (magari approfittando delle ore di attesa per fare gli ultimi pacchetti e concedervi il meritato relax prima delle riunioni natalizie) e correte ad acquistare tutti gli ingredienti per preparare la NY Cheesecake alle prugne!
Naturalmente, se avete idee e ricette per il brunch da suggerirmi non avete che da lasciarmele nei commenti. Mi fareste un grandissimo regalo di Natale ;-)


THE ORIGINAL N.Y. CHEESECAKE – Topping alle Prugne della California

Ingredienti
*Per uno stampo rotondo diametro 18-20 cm con bordo sganciabile a cerniera 6/8 porzioni

Per la crosta
  • 300 g di biscotti tipo Digestive
  • 70 g di burro fuso
  • 1 pizzico di cannella
  • 1 teaspoon di miele di acacia (5ml)
Per la crema
  • 500 g di robiola
  • 300 g di ricotta fresca di mucca
  • 150 g di zucchero semolato bianco
  • 150 ml di panna fresca
  • 50 g di yogurt intero naturale
  • 4 uova intere
  • buccia grattugiata di un limone non trattato
  • 1/3 baccello di vaniglia
  • 1⁄2 teaspoon di farina bianca 00 (2,5 g)
  • 300 g di Prugne della California in pezzi
Procedimento

Per la crosta

Frullare finemente i biscotti, aggiungere cannella, miele, burro sciolto e lavorare il composto direttamente con una mano. Mettere alcune manciate di impasto all’interno dello stampo e creare prima il bordo e poi la base. Riporre la teglia in frigorifero per almeno 30’.

Per la crema

Amalgamare la robiola con la ricotta setacciata. Sempre mescolando aggiungere: yogurt, zucchero, buccia di limone grattuggiata, semi della baccello di vaniglia, uova, una alla volta, panna e per ultima la farina setacciata. Rovesciare metà della crema nello stampo ed aggiungere 3/4 delle prugne,poi mettere la restante crema. Cuocere in forno preriscaldato a 160 °C per 55'+5', avendo cura di aprire lo sportello del forno per far uscire il vapore in questi ultimi 5'. 10 minuti prima della fine della cottura decorare la superficie della torta con le rimanenti prugne.

Estrarre il dolce dal forno e lasciarlo raffreddare per almeno 3 o 4 ore, per poi riporlo in frigorifero per almeno altre 2 o 3 ore. Estrarlo dal frigorifero 20’ prima di degustarlo.

Si può decorare con marmellata di lamponi o fragole, frutta fresca oppure con una ganache di cioccolato. Deve essere consumato al massimo entro 2/3 gg. dalla preparazione e conservato rigorosamente nel frigorifero.

*Un unico appunto alla ricetta originale riguarda le dosi della crema, che è troppa per uno stampo da 18cm. Vi consiglio di andare direttamente sul 20cm o, se volete fare una cheesecake più piccola, di ridurre leggermente le dosi della crema.

3 commenti:

  1. Sposo in pieno l'idea del brunch e la scelta di questo dolce che adoro. Anch'io uso la ricotta nei cheesecake...e proverò volentieri la tua versione: il topping di prugne lo trovo irreisitibile!
    Un abbraccio carissima, e tantio dolcissimi auguri (mi è spiaciuto che alla fine non siamo riuscite a incrociarci, ultimamente).
    bacio
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Simo, dispiace anche a me doverti fare gli auguri solo virtualmente! Rimedieremo nel 2014 sono certa ;-)
      prova le prugne nella cheesecake, non sono troppo dolci e hanno una consistenza che si unisce bene alla morbidezza della crema di formaggi.
      un abbraccio e buone feste

      Elimina
  2. What's up to every , for the reason that I am genuinely eager of
    reading this website's post to be updated daily. It carries good material.


    Here is my web-site :: root phone htc evo - http://www.youtube.com/ -

    RispondiElimina

Commenti, domande, suggerimenti qui sono sempre ben accetti!
Ditemi la vostra e se non avete un account blogger usate Nome/url e ricordate di firmarvi altrimenti a chi rispondo? :-)