mercoledì 17 aprile 2013

Chouquettes e tre anni insieme


I tre anni de La femme du chef sono arrivati senza che me ne accorgessi.
Incredibile, proprio io che sono mezza fissata con ricorrenze e compleanni.

Tre anni: un fiume di parole, centinaia d’immagini, tante ricette preparate in due diverse cucine accomunate dalle dimensioni esigue e dall’eccesso di accessori, i miei due commensali preferiti sempre più presenti ed esigenti, decine di persone incontrate virtualmente e poi – in alcuni casi – divenute parte della mia quotidianità, le amiche silenziose di sempre che leggono e mi chiamano per tirarmi le orecchie se dimentico qualcosa o se le trascuro.

I tre anni de La femme du chef sono stati questo e tanto altro. Viaggi alla ricerca di nuovi angoli e sapori, improvvisazioni culinarie nel silenzio delle mura domestiche, momenti di gratificazione del mio ego e di chiacchiere senza fine.

Ciò che non è mutato però è quel sentimento tutto mio, che arriva ogni volta che apro un documento vuoto e inizio a scrivere un post. Pensieri sparsi, frasi compiute o lasciate in sospeso, descrizioni di cose viste, assaggiate, esplorate.

Senza questo piacere immutato, che è slancio e brivido allo stesso tempo, non credo che riuscirei ad andare avanti. Se si trasformasse in routine e dovere perderebbe tutto il bello. Sono felice che sia così e spero davvero che lo sia ancora per molto, molto tempo. Io ci provo.


Festeggiare un blog? Perché no, ma quest’anno ho voluto farlo in modo semplice.

Le chouquettes sono bignè vuoti ricoperti di granella di zucchero, piccoli dolci che in Francia si comprano nella boulangerie all’angolo e si mangiano per strada direttamente dal sacchetto di carta bianca. Si preparano in un batter d’occhio: dal momento in cui sopraggiunge il desiderio all’attimo in cui la granella si scioglie sotto il palato passano 45 minuti al massimo. Il problema poi è riuscire a trattenersi dal mangiarne decine senza interruzione!

È così che, in un assolato pomeriggio domenicale, ho festeggiato il mio blog condividendo con i miei due uomini una semplice merenda a base di spremuta e chouquettes. Oggi le offro anche a voi che passate di qua e mi leggete. 
Grazie, davvero.


Chouquettes

Ingredienti per circa 20 chouquettes

125 ml acqua
50 gr burro
una presa di sale
2 gr zucchero semolato
70 gr farina
2 uova
granella di zucchero per decorare

Mettere in una casseruola l'acqua, il burro, lo zucchero e il sale. Portare lentamente a ebollizione e quando il liquido inizierà a sobbollire versare la farina tutta insieme, mescolando energicamente con una frusta. Continuare a cuocere per qualche minuto sempre mescolando, in modo da far tostare la farina senza bruciarla. 
Togliere la casseruola dal fuoco e incorporare, poco per volta, le uova leggermente sbattute. Bisogna essere molto rapidi in questa operazione per evitare che le uova "cuociano". 
Trasferire il composto in una tasca da pasticceria con bocchetta liscia da 10/12mm di diametro e formare tanti piccoli bignè su una placca rivestita con carta forno. Spolverare con la granella di zucchero e cuocere le chouquettes in forno statico a 160°C per circa 30 minuti, finché saranno dorate in superficie.

NB: la ricetta che vi propongo è abbastanza standard, a me l'ha insegnata lo chef. In alcuni casi si sostituisce l'acqua (tutta o in parte) con il latte e si aumentano le uova. Io trovo però che con l'acqua le chouquettes siano più leggere. Per la stessa ragione non le ho spennellate di tuorlo d'uovo prima di cospargerle di granella di zucchero; fatelo se desiderate delle chouquettes più scure. 

23 commenti:

  1. Provaci ancora e sarà sempre un successo! Solo ieri ho scoperto il tuo blog. Complimenti! Per non parlare di quelle manine e delle buone choquettes...Ciao silvana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Silvana, benvenuta in questo spazio.
      quelle manine sono la mia gioia :-)

      Elimina
  2. Tanti auguri! e complimenti per queste piccole delizie... mi hai davvero fatto venire una gran voglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Paola, prova a fare le chouquettes garantisco il risultato!

      Elimina
  3. Che bella la manina assggiatrice e se non ci fossero loro, che tristezza sarebbe! Condivido il tuo pensiero sul blog, anche per me è così, piccole grandi soddisfazioni, anche inaspettate! Un abbraccio, ti auguro ancora tante mille piccole altre belle soddisfazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anastasia, grazie per l'incoraggiamento. È grazie a quelle manine ma anche grazie a tutti voi che trovo costantemente quello slancio per coltivare la mia passione qui sul blog.
      A presto
      Claudia

      Elimina
  4. uhuh.....dalla manina si vede che in questo bimbo c'è il DNA materno....lo stampo della manina è da parte di mamma, non ci sono dubbi....sembra quello dello zio da piccolo!! Un bacio....la cugina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che si nota così tanto? ;-)
      le sue mani cicciotte sono tutte da mangiare... speriamo restino così ancora per un bel po'!
      grazie cugina!

      Elimina
  5. Ma che bel traguardo!!!!!!!
    Spero che il tuo entusiasmo non si spenga mai e che tu possa festeggiare sempre così, con l'amore della tua famiglia e un dolcetto sfizioso! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tery per gli auguri, spero anche io che questo traguardo sia solo una tappa di un percorso lungo sempre sereno e pieno di cose buone e belle!

      Elimina
  6. Risposte
    1. Grazie Ann, ormai inizio ad avere una certà età ;-)

      Elimina
  7. Auguri per la ricorrenza! :)
    Ti abbiamo scoperto da poco, e ti seguiamo con interesse!
    Se ti va passa anche sul nostro blog www.maislurp.it
    Il mais è la nostra passione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per gli auguri e piacere di avervi qui!

      Elimina
  8. Agli incontri virtuali(diventati parte della tua quotidianità), alle chiacchiere, e alle ricette! E poi dicono che tre sia il numero perfetto :)! E questo ♥ è tutto per te e quella manina :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sara, grazie mille per il tuo pensiero e la presenza (virtuale e reale).
      Non so se tre è davvero il numero perfetto, sono certa però che è un numero che mi piace molto :-)

      Elimina
  9. Tanti auguri! Per festeggiare passa da me e ritira 2 premi!! Un bacione!!!

    RispondiElimina
  10. Claudia, sono una tua lettrice appassionata, l'atmosfera che crei nei tuoi post e unica.
    La cosa più bella è stato poter verificare che la grazie e il calore che trasmette il tuo blog sono un riflesso della tua persona "reale".
    Auguri!

    anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se c'è qualcosa che mi sostiene e mi dà la spinta ad andare sempre avanti, sono i commenti come il tuo Anna.
      Non che abbia bisogno di sentirmi elogiata, ma sapere che qualcuno legga con interesse le mie parole e possa star bene qui nella mia "casa virtuale" mi riempie di gioia.
      Grazie mille di cuore.

      Elimina
  11. ho scritto la e senza l'accento...come rovinare tutto :-( sorry!

    RispondiElimina
  12. Ciao, Claudia. E' un piacere leggerti perché hai una capacità di descrivere i tuoi pensieri e le tue sensazioni veramente coinvolgente. Ti seguo da un po' e mi spiace non averti scoperto prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Giovanna, è per me davvero bello ricevere commenti come i tuoi.

      Elimina

Commenti, domande, suggerimenti qui sono sempre ben accetti!
Ditemi la vostra e se non avete un account blogger usate Nome/url e ricordate di firmarvi altrimenti a chi rispondo? :-)