lunedì 9 giugno 2014

Weekend operosi e panini "buoni"


Lo scorso fine settimana mi sono fatta un regalo, di quelli semplici che non hanno bisogno di ricerche complesse per i negozi o lunghe preparazioni. Mi sono concessa il tempo, tutto quello che ci voleva, per fare tante cose.

Sabato e domenica niente ozio, se non per una forzata permanenza domestica nelle prime ore di domenica pomeriggio a causa dell’eccessivo caldo milanese, ma tantissime attività infilate una dietro l’altra con rinnovato entusiasmo da parte mia.
Maggio è passato, infatti, senza che me ne rendessi conto. Troppo impegnata a rincorrere impegni, scadenze, progetti, appuntamenti. Piacevole quasi sempre, ma talvolta non proprio benefico. Me lo dice la pancia: negli anni ho imparato che il mio stomaco mi lancia inequivocabili segnali di malcontento se lo maltratto e se in qualche modo mi maltratto. Io fingo di non sentirli quei campanelli d’allarme, ma poi puntuale il conto arriva. Un esempio? Mi è passato l’appetito, e non c’entrano diete o prove costume all’orizzonte. Io senza fame? Un paradosso bello e buono (ed ecco spiegato il motivo di qualche settimana senza post).

Ci ho riflettuto su e ho pensato che la soluzione potevo trovarla solo io e la prima cosa che, paradossalmente, mi è venuta in mente è stata: fai!

Un appuntamento con un’amica organizzato all’ultimo minuto, per combattere insieme l’afa con un cono alla frutta. Una passeggiata in bicicletta per le botteghe di Milano, incosciente quanto basta per debuttare sul pavé milanese e uscirne incolume nonostante le maledette rotaie del tram!
Il cambio stagione fatto in due ore, un tempo record per me che sono abituata a trascinarmelo dietro per almeno una settimana. Sarà la consapevolezza che questo, stavolta davvero, è l’ultimo che faccio nella vecchia casa (sì, ci sono grandi news sul fronte nuova casa a breve su questi schermi). 
Ho comprato un regalo per un battesimo e affrontato una metropolitana bloccata per arrivare in tempo al suddetto battesimo. Ho visto un film francese bello con lo chef (Le prénom, nel caso vi interessasse) e rivisto con immutata gioia per la millesima volta “Quattro matrimoni e un funerale” alla tv. 

Appena finirò di scrivere questo post compilerò una lista di cose che necessariamente dovrò portare a termine nei prossimi cinque giorni ma che voglio siano fautrici di energia e non di pensieri pesanti.

In questo weekend poi ho anche ripreso alcuni dei miei amati libri di ricette, ho appuntato alcune idee, scritto liste della spesa e programmato pranzi e cene. Perché, poco per volta, anche l’appetito sta tornando e con lui il benessere che mi dà stare in cucina.

Oddio… sembra quasi un “tremate, tremate le streghe son tornate”, prendetelo nell’accezione positiva e buona settimana a voi!


Intanto oggi una ricetta super semplice che nasce grazie a un hashtag (il fantomatico cancelletto di twitter). Qualche settimana fa ho ricevuto l’invito alla presentazione di una nuova linea di prodotti (di salumi per la precisione) che ha catturato la mia attenzione proprio per l’hashtag scelto per l’evento: #amarsidipiù (Beh, Se avete letto il post, capirete quanto sia sensibile al tema). Sono andata e, oltre ad aver preso alla lettera l’invito alle coccole (qui un assaggio) ho provato i nuovi salumi Amarsi d+ di Fiorucci che si chiamano così perché hanno un ridotto contenuto di grassi e di sale. A casa ho cercato di replicare i suggerimenti della nutrizionista preparando un panino gustoso ma non pesante. Ho usato la pallina di tacchino affettata alta perché mi sembra sia più gustosa ma può essere fatto anche con il classico petto di pollo o tacchino affettato. 
La ricetta è tutta qui: due fette di pane bianco leggermente tostate, un velo di senape, due fette di pallina di tacchino passate un paio di minuti in padella antiaderente (a me piace perché tira fuori un sapore affumicato ma si può anche evitare la cottura), qualche fettina di zucchina novella grigliata e leggermente salata, una fettina sottile di scamorza fresca. Veloce e adatto anche per i giorni di caldo!

2 commenti:

  1. ciao, sono nuova sul tuo blog! ti ho conosciuta per caso e ho trovato il tuo blog davvero interessante! Sono felice di continuare a seguirti! se ti va vienimi a trovare sul mio blog
    spicchidelgustoa presto elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Elisa, benvenuta e grazie per i complimenti!
      a presto

      Elimina

Commenti, domande, suggerimenti qui sono sempre ben accetti!
Ditemi la vostra e se non avete un account blogger usate Nome/url e ricordate di firmarvi altrimenti a chi rispondo? :-)