venerdì 2 maggio 2014

Finta panzanella di riso


Tra un’infilata di ponti, settimane fin troppo corte e vacanze che arrivano e finiscono in un batter di ciglia, siamo arrivati al primo venerdì di maggio.

Ne parlavamo qualche giorno fa in famiglia: per noi – quelli siculi s’intende – questo è il periodo delle prime scampagnate, degli arrosti e mangia collettivi che iniziano accendendo la carbonella sempre troppo tardi (perché in vacanza mica vorrai puntare la sveglia alle 7!) e finiscono con l’intera compagnia che migra a casa di qualcuno per ripararsi dal freddo, dalla pioggia improvvisa o semplicemente per mettere su un pentolone d’acqua per una spaghettata serale. Sono i giorni dedicati agli amici, in cui da adolescenti si apprezzano i primi momenti di libertà e socialità. Gli esperimenti culinari collettivi che partono con intenzioni d’alta cucina (quante serate passate a progettare pranzi dai menù improbabili…) e naufragano felicemente in spaghettate aglio olio e peperoncino e maxi bruschette al pomodoro.

Sono stati proprio quei momenti a darmi l’ispirazione per la terza proposta del menù tutto a base di riso che ho pensato in collaborazione con Curtiriso.
Perché, con i primi pomodori del mercato e le giornate che si allungano e invogliano a stare fuori, cosa c’è di meglio di un aperitivo colorato e fresco?

Sono partita dalla ricetta classica della panzanella, una preparazione rustica a base di pane raffermo e pomodoro crudo tipica dell’Italia centrale. La mia panzanella però non ha il pane ma le gallette di riso!

Per prepararla, infatti, ho usato le gallette di riso Curtiriso prodotte da agricoltura biologica che, oltre a renderla più leggera grazie a un contenuto apporto calorico, la rendono una panzanella gluten free. Nel paniere anche una bella costa di sedano, lo scalogno (per preparazioni in cui va crudo lo preferisco alla cipolla) e i primi pomodori di stagione. Stamattina dal mio ortolano di fiducia ho trovato i costoluti siciliani, nei prossimi mesi sceglierò i ramati o i piccadilly.

Serviti in piccoli bicchieri di vetro non sfigureranno sulle ricche tavolate di questi giorni, buon weekend :-)

Finta panzanella di riso
Ingredienti per 4 persone
  • 4 pomodori maturi (circa 300 gr)
  • 1 scalogno piccolo
  • 1 costa di sedano
  • 2 gallette di riso
  • qb olio extravergine d'oliva
  • qb aceto di vino bianco
  • sale, pepe nero
Lavate e mondate le verdure, eliminando il picciolo dai pomodori e i filamenti del sedano. Tagliate grossolanamente i pomodori, in piccoli cubetti il sedano e lo scalogno. Raccogliete tutte le verdure in una ciotola, unite le gallette sbriciolate, salate e pepate. Aggiungete un goccio d'aceto e abbondante olio, mescolate e lasciate insaporire per una decina di minuti. Servite in coppette individuali, completando se lo desiderate con del basilico fresco.

2 commenti:

  1. Pur essendo fiorentina la tua versione mi ha divertito molto, non sono una di quelle tradizionaliste che un piatto o si mangia così o si mangia così, mi piacciono sempre le rivisitazioni..:)
    una cosa però la devo dire: nella panzanella non c'è il sedano bensì il cetriolo ;) ma visto che il cetriolo non mi fa impazzire, la tua mi piace anche per questo!
    buon finesettimana e a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! naturalmente la mia panzanella non ha la pretesa di essere tradizionale e rispettare tutti i canoni, mi sono ispirata alla versioni più note e sono contenta sia piaciuta anche a una fiorentina doc!
      buon weekend anche a te
      Claudia

      Elimina

Commenti, domande, suggerimenti qui sono sempre ben accetti!
Ditemi la vostra e se non avete un account blogger usate Nome/url e ricordate di firmarvi altrimenti a chi rispondo? :-)